giovedì 18 ottobre 2012

La creatività del formatore

Ci sono tanti tipi di creatività ed anche tanti modi diversi di usare l’atto creativo nella vita pratica. La creatività di cui voglio parlare oggi è collegata strettamente al lavoro di formazione. Infatti il formatore deve sviluppare ed allenare due abilità creative. La prima è la capacità di trovare soluzioni a problemi improvvisi. La seconda è l’attitudine di ideare nuove soluzioni rispetto agli obiettivi che il cliente o la situazione pongono.




Al formatore la creatività intesa in questo doppio senso serve in almeno due occasioni. Sicuramente durante la progettazione dell’intervento formativo. Mentre è in atto la progettazione del corso ci sono almeno due punti da elaborare, intanto trovare esercizi che rispondano il più possibile agli obiettivi decisi. Inoltre è necessario scegliere metafore o analogie che spieghino al meglio ciò che è proposto in aula.
La seconda capacità creativa è attuata direttamente in aula, dove spesso possono accadere situazioni inattese alle quali il formatore deve reagire in modo veloce ed adeguato. In questo contesto è solo stando nel hic et nunc in cui è necessario trovare una soluzione immediata che il formatore capisce che non importa che la soluzione sia geniale o originale. L’unica cosa che conta è che sia risolutiva.

giovedì 11 ottobre 2012

Un detto tipicamente occidentale è: ci crederò quando lo vedrò



Dovremmo considerare l’dea di riformularlo in questi termini: lo vedrò quando ci crederò. Sarebbe molto più accurato e terrebbe conto del fatto che al cervello umano piacciono le immagini. Infatti, per quanto ne sappiamo noi, esso riesce e dare un senso al mondo soltanto attraverso le immagini.

Richard Bandler, Garner Thomson, PNL Per il Benessere

lunedì 8 ottobre 2012

Corso lasciarsi vivere dal ridere: 8/9/10 febbraio 2013

In programma il corso sull’umorismo: Lasciarsi vivere dal ridere. Si terrà il 8/9/10 febbraio 2013 a Bologna, presso Working Theater, via indipendenza 50. (A soli 500 metri dalla stazione ferroviaria.)

 
Docenti: Patrizia Rovati e Marco Marchegiani. Si gradisce una pre-iscrizione entro il 20 dicembre 2012.
Per ulteriori informazioni o domande contattatemi.

venerdì 5 ottobre 2012

Un’esperienza di modellamento: parte seconda

Ho introdotto l’argomento del modellamento dal punto di vista della PNL in questo post di inizio settembre, poi ho iniziato a raccontare un’esperienza professionale legata al lavoro di équipe che effettuano cure palliative e domiciliari con malati terminali. Se volete leggere i dettagli leggete questo post Ecco allora, le mie osservazioni nate da una settimana in cui ho avuto l’onore di seguire questa équipe al lavoro.

 
La prima caratteristica che ho osservato è che per questi professionisti il paziente è veramente al centro del lavoro, concretamente questo traspare da molti comportamenti:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...