martedì 16 gennaio 2018

Un pensiero per Manuela Maria Minaldi

Oggi se ne è andata una grande donna e una profonda amica che ho avuto il piacere di conoscere e con cui ho avuto l’onore di condividere aspetti professionali e privati.

Manuela Maria Minaldi ci ha lasciato. 

Un abbraccio Manuela, sono felice di averti conosciuta.

venerdì 12 gennaio 2018

Come intendo il coaching e quale percorso propongo

Nonostante se ne senta parlare con sempre maggiore frequenza, al termine “coaching” vengono attribuiti significati diversi a volte anche contrastanti.
Per quanto mi riguarda quando propongo il coaching intendo una consulenza individuale basata sul processo e orientata allo sviluppo Questa forma di consulenza mira a mettere nelle condizioni una persona (coachee) di migliorare una performance o risolvere un problema utilizzando il potenziale che già possiede ma che non riesce ancora a esprimere e sfruttare.

Ne ho già trattato all’interno di questo blog, ma credo sia importante ripetere che perché la relazione tra coach e coachee sia feconda, il coachee deve «rinuciare alle soluzioni rapide, deve immettersi in processi incerti, sopportare le imponderabilità, imparare a valutare la situazione del “non so ancora” e avere fiducia che dal caos emerga la soluzione che cerca» (W. Looss).


Per quanto riguarda il percorso di coaching, nel rapporto con il coachee, in relazione ai bisogni e alle situazioni che mano a mano emergono, il coach può mettere in atto diversi processi, per esempio:

a. alleggerire il carico emotivo collegato a una situazione problematica
b. mettere ordine (uscita dallo stato confusivo, verso una riorganizzazione della mappa percettiva)
c.  offrire feedback
d. fornire occasioni di apprendimento (spiegare e informare)
e. elaborare piani d’azione

La conclusione del processo implica la valutazione globale del percorso fatto, la verifica dei risultati ottenuti e l’analisi dello scarto dalle aspettative iniziali. 

venerdì 29 dicembre 2017

Rispondere


“Il complimento più grande che mi è mai stato fatto fu quando uno mi chiese cosa ne pensassi, ed attese la mia risposta” Henry DavidThoreau

Questa citazione è il mio augurio per un felice anno nuovo!

venerdì 22 dicembre 2017

Ancora sull’ascolto

Trattando il tema dell'ascoltare è bene specificare che diversa è la capacità di ascolto all’interno di una relazione attiva e duale. Spesso le persone tendono a sopravvalutare la propria capacità di ascolto, ma, se messi alla prova, possono scoprire i buchi presenti nella propria ricezione. Ecco alcuni consigli per aumentare la propria capacità di ascolto.

Non smettere di ascoltare quando l'interlocutore parla di argomenti che non interessano: cercare sempre qualcosa che incuriosisca della persona, infatti gli esseri umani, con le loro innumerevoli sfumature, dovrebbero incuriosire.
Sarebbe meglio aspettare che le persone finiscano di parlare per chiedere a se stessi se davvero è stato capito ciò che l'interlocutore ha detto. È possibile, inoltre, porre domande per verificare se e cosa avete capito e per approfondire ulteriormente. 
Ascoltare significa offrire spazio all’altro ed entrare nello spazio autentico della relazione.
Il Natale può essere un'ottima palestra per esercitare un ascolto sincero. Vi porgo i miei migliori auguri per questi giorni di festa!

venerdì 15 dicembre 2017

Parlare e ascoltare


“La maggior parte delle persone parla senza ascoltare. Ben pochi ascoltano senza parlare. È assai raro trovare qualcuno che sappia parlare e ascoltare” 
Bruce Lee
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...